postheadericon Video News del 21/03/2013

Video News Guarda il Video
Pesaro. Scoperta dalla Gdf un'evasione da 150 milioni di euro
Viaggiava con 55 ovuli di cocaina nell'addome. Arrestato dominicano
Fano. Aggredisce i vigili e fugge armato di tre coltelli per sottrarsi al Tso
Aerdorica ottiene gestione definitiva dell'aeroporto delle Marche
Il dialetto delle Armonie. Ultimo appuntamento
Pomeriggio di solidarietà per le persone down
Protesta contro il ridimensionamento dell'Ospedale di zona di Cingoli
La prevenzione entra a scuola a Loreto
Sciopero nazionale degli autoferrotranvieri
Sanità. La protesta di Cingoli si sposta ad Ancona
La prevenzione entra in aula a Loreto
Il presidente della Camera Boldrini ringrazia il sindaco di San Severino per gli auguri
Impianto di stoccaggio gas a San Benedetto, il presidente Spacca: "Nessun dietrofront, la Regione negherà l’intesa"




Pesaro. Scoperta dalla Gdf un'evasione da 150 milioni di euro
 
Dieci le persone denunciate fra Pesaro e Salerno e beni per 20 milioni posti sotto sequestro.
 
È il bilancio dell'operazione della Guardia di finanza di Pesaro che ha scoperto un'evasione fiscale da 150 milioni di euro nel settore del mobile.
 
Secondo gli inquirenti a gestire tutte le operazioni illecite sarebbe stata un'organizzazione a delinquere che faceva capo a un noto imprenditore locale. In totale sono state 10 le persone denunciate dalle Fiamme Gialle fra Pesaro e Salerno.
 
Secondo la ricostruzione effettuata dai finanzieri il gruppo, attraverso una società di comodo con ramificazioni a San Marino e in Tunisia, simulava un grosso giro d'affari con l'estero per acquistare materie prime in Italia senza pagare l'Iva.
 
Nell'operazione la Guardia di finanza di Pesaro ha sequestrato beni per 20 milioni di euro.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Viaggiava con 55 ovuli di cocaina nell'addome. Arrestato dominicano
 
Ha viaggiato con 200.000 euro di droga nell'addome, un dominicano è stato arrestato ieri dalla Guardia di finanza all'aeroporto di Ancona.
L'uomo era appena sbarcato da un volo proveniente da Charleroi in Belgio ma ad attenderlo c'erano le Fiamme gialle che lo hanno condotto, su autorizzazione del magistrato, in ospedale.
 
Le radiografie hanno  accertato che l'uomo aveva 55 ovuli di cocaina nell'addome, per un totale di circa 640 etti. Un trasporto, quello del corriere della droga, per cui ha rischiato di morire. Lo stupefacente, una volta tagliato, avrebbe fruttato circa 200 mila euro.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Fano. Aggredisce i vigili e fugge armato di tre coltelli per sottrarsi al Tso
 
Paura a Fano. Un uomo di 55 anni ha aggredito due vigili urbani, rompendo il finestrino dell'auto di servizio, poi è fuggito a piedi con tre coltelli in mano.
L'uomo ha tentato di sottrarsi ad un Tso, trattamento sanitario obbligatorio, scappando di casa armato e guidando un'auto a forte velocità. Dopo un inseguimento è stato bloccato da una pattuglia dei carabinieri.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Aerdorica ottiene gestione definitiva dell'aeroporto delle Marche
 
 
La Società Aerdorica ha ottenuto, con decreto interministeriale, l'affidamento della gestione dell'Aeroporto delle Marche in concessione formale e “definitiva” per 35 anni. La notizia è stata trasmessa mercoledì sera dall'Ente Nazionale di Aviazione Civile.
Soddisfatto il presidente della Regione Gian Mario Spacca che ha spiegato come la concessione formale e definitiva all'Aerdorica consentirà il consolidamento dell'aeroporto delle Marche che “potrà - ha spiegato il governatore - partecipare da protagonista alla crescita dell'economia regionale”.
La concessione definitiva si aggiunge ad altri risultati ottenuti dallo scalo, che negli ultimi quattro anni ha aumentato il traffico passeggeri del 41% superando le 600mila unità. A febbraio l'Aeroporto delle Marche è stato inserito tra gli scali di interesse nazionale del nuovo Piano di riassetto varato dal ministro delle Infrastrutture, Corrado Passera.
E' di pochi giorni fa inoltre l'annuncio del nuovo volo che da giugno collegherà Ancona a Mosca con consistenti ricadute di carattere economico per l'economia e il turismo regionale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Il dialetto delle Armonie. Ultimo appuntamento
 
Sabato prossimo, 23 marzo, alle ore 21.30,  si concluderà la seconda edizione della rassegna IL DIALETTO DELLE ARMONIE con la commedia “Da 'u médicu” presentata dalla compagnia “Fabiano Valenti di Treia”, organizzatrice della rassegna. L'opera è firmata da Oriano Costantini e Fabio Macedoni che ne curano anche la regia.
 
Al termine della rappresentazione ci sarà la cerimonia di congedo con  autorità, sponsor e rappresentanti delle compagnie che si sono esibite.
I biglietti possono essere prenotati e acquistati al botteghino del Cinema Teatro Manzoni di Castelraimondo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Pomeriggio di solidarietà per le persone down
 
 
Ha riscosso un importante successo di pubblico il pomeriggio di beneficenza organizzato da “i Teatri di Sanseverino” a sostegno della sezione provinciale di Macerata dell'Associazione Nazionale Persone Down.
Sul palco del teatro Feronia si è esibita la compagnia delle Dieci Donne Mamme Matte che ha portato in scena una commedia dialettale, destinando l'intero incasso della serata in beneficenza. Lo  spettacolo, di cui Alberto Pepe ha firmato la regia, è stato vivacizzato dai balletti del centro Joy Dance di Castelraimondo.
 
Al termine, l'incasso dell'iniziativa è stato consegnato dall'assessore comunale allo Sviluppo Culturale, Simona Gregori, alla presidente dell'Associazione Nazionale Persone Down di Macerata, Stefania Simoncini.
 
Il prossimo appuntamento al teatro di San Severino è domenica 24 marzo, alle 17, con la stagione di dialetto che vedrà protagonista il Teatroclub Amedeo Gubinelli con lo spettacolo “Padre pe' procura” per la regia di Alberto Pellegrino.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Protesta contro il ridimensionamento dell'Ospedale di zona di Cingoli
Sanità. Un presidio di cittadini di Cingoli ha organizzato per questa mattina ad Ancona,davanti al Teatro Le Muse, una manifestazione di protesta in occasione dell'udienza al Tar delle Marche che deve decidere la richiesta di sospensione del provvedimento regionale con cui viene ridimensionato l' Ospedale di zona di Cingoli.
Durante la manifestazione è stato distribuito anche un volantino per spiegare le ragioni della protesta.
Ad Ancona si sono ritrovati cittadini, le Associazioni,il Comitato “Ancora non è notte a Cingoli” e gli amministratori locali guidati dal Sindaco Filippo Saltamartini, con una copia della Costituzione della Repubblica che hanno ricordato all'opinione pubblica che il diritto all'assistenza sanitaria ospedaliera si radica nella Costituzione della Repubblica.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



La prevenzione entra a scuola a Loreto
 
La prevenzione entra in aula a Loreto. Nella mattinata di domani, venerdì 22 marzo, infatti, all'istituto di istruzione superiore "Einstein - Nebbia" , il dott. Mauro Tiriduzzi, incontrerà i ragazzi dell'ultimo anno per affrontare il tema della prevenzione delle patologie tumorali e delle malattie sessualmente trasmissibili.
L'evento, organizzato dalla sezione provinciale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori in stretta collaborazione con l'assessorato alla Sanità e Pubblica Istruzione del Comune di Loreto, si pone come importante momento di confronto su un tema che spesso i giovani sentono lontano dalla propria realtà e mira a diffondere informazioni utili che possano consentire un corretto stile di vita.
Durante la mattinata gli studenti avranno modo di chiedere consigli e approfondimenti a professionisti del settore.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Sciopero nazionale degli autoferrotranvieri
 
 
L'Atac Civitanova spa ha reso noto che per domani, venerdì 22 marzo, è indetto per 24 ore lo sciopero nazionale degli autoferrotranvieri.
 
Anche l'Ente civitanovese aderirà allo sciopero che pertanto non garantirà i normali servizi di trasporto, ma solo quelli compresi nelle fasce orarie di garanzia, come previsto dall'art.15 della regolamentazione di settore cioè: dalle 5,30 alle 8,30 e dalle ore 17,30 alle 20,30.
 
Verranno invece svolti regolarmente i servizi dedicati a portatori di handicap, scuole materne ed elementari.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Sanità. La protesta di Cingoli si sposta ad Ancona
 
Sanità. Un presidio di cittadini di Cingoli ha organizzato per questa mattina ad Ancona,davanti al Teatro Le Muse, una manifestazione di protesta in occasione dell'udienza al Tar delle Marche che deve decidere la richiesta di sospensione del provvedimento regionale con cui viene ridimensionato l' Ospedale di zona di Cingoli.
Durante la manifestazione è stato distribuito anche un volantino per spiegare le ragioni della protesta.
Ad Ancona si sono ritrovati cittadini, le Associazioni,il Comitato “Ancora non è notte a Cingoli” e gli amministratori locali guidati dal Sindaco Filippo Saltamartini, con una copia della Costituzione della Repubblica che hanno ricordato all'opinione pubblica che il diritto all'assistenza sanitaria ospedaliera si radica nella Costituzione della Repubblica.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



La prevenzione entra in aula a Loreto
 
Nella mattinata di domani, venerdì 22 marzo, infatti, all'istituto di istruzione superiore "Einstein - Nebbia" , il dott. Mauro Tiriduzzi, incontrerà i ragazzi dell'ultimo anno per affrontare il tema della prevenzione delle patologie tumorali e delle malattie sessualmente trasmissibili.
L'evento, organizzato dalla sezione provinciale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori in stretta collaborazione con l'assessorato alla Sanità e Pubblica Istruzione del Comune di Loreto, si pone come importante momento di confronto su un tema che spesso i giovani sentono lontano dalla propria realtà e mira a diffondere informazioni utili che possano consentire un corretto stile di vita.
Durante la mattinata gli studenti avranno modo di chiedere consigli e approfondimenti a professionisti del settore.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Il presidente della Camera Boldrini ringrazia il sindaco di San Severino per gli auguri
 
Il neo eletto presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, ha risposto agli auguri che il sindaco di San Severino, Cesare Martini, le aveva inviato a poche ore dalla nomina.
“Ringrazio per il gradito messaggio - ha scritto nella risposta la Boldrini -.  Il mio impegno a servizio dell'Istituzione che ho l'onore di presiedere sarà massimo.
Consideri la mia piena attenzione e disponibilità nei confronti dell'intero sistema delle Autonomie Locali marchigiano, che insieme a tutte le istituzioni locali del Paese - ha concluso il presidente della Camera - rappresenta il fondamento della nostra democrazia e il punto di riferimento prioritario per i cittadini”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Impianto di stoccaggio gas a San Benedetto, il presidente Spacca: "Nessun dietrofront, la Regione negherà l’intesa"
StarWriter
 
“Nessun dietrofront né ripensamento sul no all’impianto di stoccaggio di San Benedetto del Tronto”. Così il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca è intervenuto sulla delicata questione.
 
Le notizie che stanno circolando in queste ore – ha aggiunto Spacca -, dopo il parere favorevole da parte degli uffici tecnici al progetto della Gas Plus Storage, sono di ingiustificato allarmismo.
 
La procedura che riguarda l’impianto di San Benedetto – ha sottolineato il governatore - prevede che alla parte tecnica regionale non sia affidata la decisione (come avviene nel caso delle autorizzazioni per gli impianti a biomasse), ma compete solo un’istruttoria nell’ambito di un iter che si completa solo  nel momento in cui Regione e Governo nazionale si incontreranno per dare l’intesa prevista per legge.
 
Come già anticipato – ha concluso Spacca -, la Regione non darà quell’intesa”. A quel punto, la procedura amministrativa dovrebbe interrompersi.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito