postheadericon “Una casa di tutti i colori”, il 12 settembre a Porto Recanati

“Una casa di tutti i colori” è il titolo del Progetto per i diritti e le tutele dei lavoratori immigrati, che la Cgil presenterà a Porto Recanati il prossimo 12 settembre al ristorante “Oltremare”.

È stata scelta Porto Recanati perchè il 22% della popolazione è straniera (la terza concentrazione in Italia).



In generale, invece, le Marche ospitano 11.644 lavoratori immigrati solo nei settori delle calzature, dell'abbigliamento e della gomma-plastica regolati da contratti che insistono nel “perimetro” Filctem-Cgil.



Il progetto prevede l'erogazione di una serie di servizi e prestazioni che spaziano dal controllo dei versamenti previdenziali, alla tutela delle malattie causate dall'ambiente di lavoro; dagli assegni familiari, ai permessi di soggiorno e ricongiungimenti e ai riconoscimenti per la cittadinanza italiana.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito