postheadericon Omicidio Gandolfi. Ha patteggiato una pena di tre anni e sei mesi di reclusione Amedeo Belli

Omicidio Gandolfi. Ha patteggiato una pena di tre anni e sei mesi di reclusione Amedeo Belli, il geometra di Loreto di 59 anni accusato dell'omicidio della moglie, Anna Maria Gandolfi, di 57 anni.


A Belli era contestato l'omicidio preterintenzionale. Il delitto era avvenuto la mattina del 27 marzo scorso nella villetta dove viveva la donna al confine tra Porto Recanati e Loreto. L'uomo, separato di fatto dalla moglie, al culmine di una discussione nata per il pagamento dell'affitto, aveva spinto la donna facendola cadere sul tavolo da cucina. Nella caduta Anna Maria Gandolfi battè violentemente la testa contro lo spigolo del tavolo e morì subito dopo.

Ieri l'udienza dal Gup del tribunale di Macerata. Belli, che al momento è ai domiciliari, ha dunque patteggiato la pena di tre anni e sei mesi di reclusione.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito