postheadericon Una casalinga di Macerata trova un bot che oggi vale quasi 190 mila euro



A una casalinga di Macerata, separata e madre di tre gemelli, il Ministero dell'economia dovra' pagare 185mila euro per un certificato di 50mila lire del 1956. La donna, durante alcuni lavori di ristrutturazione della casa dei parenti a Macerata, ha ritrovato nella soffitta una scatola contenente un involucro con alcuni vecchi ricordi di famiglia, tra i quali un certificato di debito pubblico dello Stato Italiano del 1956 del valore nominale di lire 50mila.



Il titolo è stato fatto stimare da Agitalia, a cui si è rivolta la donna, a un consulente contabile ed è risultato un valore monetario attuale, tra interessi, rivalutazione e capitalizzazione, per circa 57 anni di giacenza nelle casse dello Stato di 185mila euro (calcolo effettuato dal 2 luglio 1956 al 15 ottobre 2013).
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito