postheadericon POLEMICA SULL’AUMENTO DELLA RETTA

Al neo neodirettore dell’Asp «Civica Assistenza Tolentino», Simone Ricci, si è presentato subito il problema del pareggio del bilancio. L’aumento della retta ha provocato l’immediata levata di scudi dei familiari degli ospiti. «Ci è stato comunicato senza alcun preavviso – ha commentato la portavoce Graziella Antonelli nel corso di un’assemblea straordinaria a cui hanno partecipato anche esponenti dell’amministrazione comunale e dell’opposizione –. Quali criteri sono stati adottati per l’approvazione dell’adeguamento di 50 euro per la stanza singola, 150 per la doppia e di ulteriori 50 euro per il servizio di assistenza diurno?». Da parte sua, Ricci ha ricordato che «l’Asp deve fare i conti con un pareggio di bilancio revisionale autonomo. Abbiamo scelto di procedere all’adeguamento, innanzi tutto, per l’aumento del contratto nazionale di lavoro. Inoltre per l’assenza di lavoratori socialmente utili a costo zero nel 2018. Ed anche per fronteggiare una serie di spese che gravano sulla struttura, che ospita 20 pazienti affetti da demenza. Il maggior impegno è comunque legato al processo di miglioramento della qualità dei servizi».
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito