postheadericon Strage di Corinaldo, raffica di perquisizioni e sequestri tra alcuni ragazzini



Tragedia alla Lanterna Azzurra di Corinaldo: blitz dei carabinieri nelle abitazioni di alcuni ragazzini, non iscritti nel registro degli indagati.



Finiscono quindi sotto sequestro decine di dispositivi informatici, tra tablet, pc e smartphone, dove, secondo gli inquirenti, sarebbero contenute informazioni utili per l’inchiesta.



Le perquisizioni eseguite dai carabinieri del Nucleo Investigativo sono state ordinate nei giorni scorsi della procura. Riguardano giovani, alcuni sono minorenni, residenti sia nella provincia anconetana che pesarese.



L’obiettivo degli investigatori è quello di trovare file, come video o foto amatoriali, che potrebbero ricostruire gli attimi della notte dello scorso 8 dicembre, quando nella calca infernale hanno perso la vita sei persone che avevano raggiunto il locale di Madonna del Piano attirate dall’evento con Sfera Ebbasta.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito