postheadericon CERIMONIA PER LA CONSEGNA DELLE "STELLE AL MERITO DEL LAVORO"



Dignità, tutela dei diritti e pari opportunità. Un primo maggio dedicato a quanti si trovano in situazioni di oggettiva difficoltà, con l’auspicio che si determinino le condizioni per un futuro migliore.



Questi i temi centrali nell’intervento del Presidente del Consiglio regionale alla cerimonia per la consegna delle “Stelle al merito del lavoro”, conferite dal Capo dello Stato ai cittadini che si sono distinti, nel corso del tempo, per laboriosità e meriti particolari. 42 i marchigiani che hanno ricevuto l’onorificenza nel corso della manifestazione organizzata dalla Prefettura di Ancona alla Mole Vanvitelliana.



Il Presidente del Consiglio si è soffermato sul problema della disoccupazione, con dati sempre più negativi che caratterizzano l’Italia, e non ha mancato di evidenziare come negli ultimi sei mesi del 2018 siano stati persi ben 70.000 posti di lavoro. Altro problema affrontato quello del precariato che interessa 3 milioni e 300 mila italiani, soprattutto giovani. Infine, un pensiero rivolto a quanti si trovano ad operare in situazioni di oggettivo sfruttamento ed alle vittime degli incidenti sul lavoro, che nell’ultimo periodo hanno interessato anche le Marche.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito