postheadericon IL PRESIDENTE DELLA REGIONE AL CONVEGNO CGIL CISL E UIL SU AUTONOMIA E REGIONALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE



Solo nel momento in cui verranno definiti i contenuti si potrà capire se questo processo porterà ad un miglioramento del sistema o no, ma nel processo bisogna starci.



Lo sostiene il presidente della Regione Marche che ieri è intervenuto al convegno organizzato da Cgil, Cisl e Uil su “Quale Autonomia; la regionalizzazione dell'Istruzione Pubblica” .



La Regione Marche ha avanzato una proposta di autonomia che ha un elemento di originalità perché è stata presentata insieme all’Umbria, con cui ha avviato l’iter istituzionale, come previsto dall’articolo 116 della Costituzione individuando in modo pressoché unitario le ulteriori forme e condizioni.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito