No images
Seguici
fbtwyt
Home Resta piantonato in ospedale Primo Romagnoli dopo aver seminato il panico in città

 

VideoTolentino è in onda con i seguenti canali:

 

VideoTolentino    LCN 14 (CANALE 14)

VideoTolentino3  LCN213 (213 NEWS & LIVE)

VideoTolentino4  LCN610 (610 SPORT & MUSICA)

VideoTolentino5  LCN611 (RadioStudio7 TV)

 

Clicca sul menu VIDEO per vedere gli ultimi video caricati,

oppure vai su: http://www.youtube.com/user/VideoTolentino

 

Lo streaming al seguente link:

Canale 14 Live Stream: apri in VLC

 

Tel. 0733 974554 - Fax. 0733 972558 - Mail: info@videotolentino.it

 

postheadericon Resta piantonato in ospedale Primo Romagnoli dopo aver seminato il panico in città

Per quattro lunghe e interminabili ore ha lasciato tutti col fiato sospeso poi è stato braccato dai carabinieri nell’ultimo vano tentativo di darsi alla fuga senza vestiti addosso e imbracciando un fucile non si sa se carico o meno.

Adesso resta piantonato in ospedale Primo Romagnoli, il 53enne di Tolentino che ieri mattina tra via Filzi e vicolo Bezzi ha messo in atto un insano gesto dopo aver esploso un colpo d’arma da fuoco all’interno dell’abitazione che divide col fratello gemello e l’anziana mamma.

Nella stessa abitazione dove gli inquirenti hanno recuperato tre fucili da caccia semiautomatici, tutti regolarmente detenuti, circa 50 cartucce calibro 20 a pallettoni ieri mattina è accaduto di tutto. Barricatosi dentro con fucile a tracolla Romagnoli si è affacciato da una finestra per urlare frasi minacciose. Tutta la zona intorno a casa è stata subito isolata da Polizia Locale e Carabinieri.

Sul posto anche un negoziatore dell’Arma, una squadra della S.I.O (Squadre Intervento Operativo) dell’8° Reggimento “Lazio” distaccata a Porto Recanati e una squadra S.O.S. (Squadra Operativa di Supporto) del 13° Reggimento “Friuli Venezia Giulia”, di stanza in Umbria. Le forze speciali hanno cercato di calmare l’uomo evitando sparatorie ed altro.

L’operazione coordinata dal comandante provinciale dei Carabinieri colonnello Michele Roberti che ha avuto massimo supporto da parte dei militari della locale compagnia guidati dal capitano Giacomo De Carlini si è chiusa con un solo ferito, l’autore del folle gesto che ha riportato una lesione al capo per una “ferita lacero-contusa” e con i complimenti da parte del Prefetto di Macerata, Iolanda Rolli.

Come detto piantonato in ospedale, l’uomo deve rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, minaccia grave, esplosioni pericolose e porto abusivo di armi da fuoco e di munizionamento.

 
InTV
LIVE STREAMING
Ora in onda
Programmazione

 

intv

RE-LIVE
Rivedi tutto

Condividi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito