postheadericon TUTELA DEI BAMBINI E LAVORO FEMMINILE, MERI MARZIALI «SERVE UN'ALLEANZA TRA FAMIGLIA, SCUOLA E COMUNI, IL TERRITORIO DIVENTI AULA DIDATTICA"



Per la fase 2 la Presidente della Commissione regionale pari opportunità propone la “scuola fuori dalla scuola”, nei luoghi della cultura e negli spazi esterni, laboratori all'aperto e risorse per rendere gli edifici scolastici spaziosi e high-tech.



«Le bambine e i bambini sono stati i primi a subire le conseguenze del Coronavirus. Occorre ripartire da loro, perché il benessere dei più giovani, la loro salute e il loro diritto a ricevere un’educazione di qualità sono le sfide più grandi della fase 2». Lo sostiene la Presidente della Commissione regionale pari opportunità, Meri Marziali, che propone alcune idee innovative per trasformare la ripartenza in un'occasione per creare un ponte tra l'offerta didattica e le risorse del territorio per rinnovare la scuola.





La Marziali sollecita la riapertura delle scuole il prima possibile e lancia una serie di proposte per trovare un punto di equilibrio tra «l'impegno lavorativo, soprattutto quello femminile, il diritto allo studio e alla sicurezza».



«Possiamo portare i bambini fuori dalle pareti scolastiche con attività alternative, sperimentazioni da valorizzare, arte, musica, sport, tradizioni locali e creatività digitale. Il territorio marchigiano, grazie alla sua versatilità, può diventare una grande aula multidisciplinare e il ruolo di Comuni potrebbe essere strategico».



Accanto alla “scuola fuori dalla scuola”, la Marziali considera fondamentale imprimere una forte accelerazione all’edilizia scolastica.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito