postheadericon Esami di maturità 2022: da Giovanni Verga al Covid, da Liliana Segre all'iperconnessione, quest'anno nelle tracce anche la musica, Giovanni Pascoli e i cambiamenti climatici



Prima prova scritta degli esami di maturità.



Nelle tracce di analisi del testo agli esami di maturità c'erano la novella "Nedda" di Giovanni Verga con il tema degli 'ultimi' e "La via ferrata", tratta dalla raccolta "Myricae, l'ultima passeggiata" di Giovanni Pascoli che ha come tema portante il progresso e i pericoli che questo comporta.



Torna poi il tema delle leggi razziali e della Shoah con un brano toccante "La sola colpa di essere nati" di Gherardo Colombo e Liliana Segre, nella quale quest'ultima racconta l'espulsione dalla scuola a causa delle leggi razziali, quando era ancora bambina, il trauma che questo le ha causato ma anche l'odio feroce e irrazionale di conoscenti e sconosciuti.



Per il tema delle nuove teclogie digitali è stata proposta una riflessione a partire dal testo "Tienilo acceso: posta, commenta, condividi, senza spegnere il cervello", di Vera Gheno e Bruno Mastroianni.



La pandemia entra nell'esame di maturità: ai maturandi è stato proposto un testo tratto da Luigi Ferrajoli "Perché una Costituzione della Terra?".



Poi la musica è stato scelto un testo tratto da Oliver Sacks, "Musicofilia". Agli studenti si chiede un ragionamento sul potere che la musica esercita sugli esseri umani. Infine, ai maturandi è stato proposto un discorso pronunciato alla Camera da Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica 2021, sui cambiamenti climatici.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito