postheadericon Cura della Sla, il tribunale di Macerata autorizza il metodo Stamina

Il ricorso è stato avanzato da un 60enne di Corridonia
Il Tribunale di Macerata ha accolto il ricorso d'urgenza di un uomo di 60 anni di Corridonia affetto da Sla, Sclerosi Laterale Amiotrofica.



Il paziente, seguito da un'equipe di Brescia, potrà ora ricevere la somministrazione della terapia di infusione di cellule staminali mesenchimali, secondo la metodologia Stamina.



Il 60enne si era visto negare la terapia dall'ospedale bresciano, dopo il divieto alla somministrazione del metodo Stamina imposto un anno fa dall'agenzia del farmaco.



“Nella sperimentazione del metodo Stamina ha stabilito ieri il giudice maceratese Germana Russo non ci possono essere discriminazioni fra pazienti”.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito