postheadericon Video News del 22/03/2013

Video News Guarda il Video
Linea ferroviaria Orte-Falconara: sulla Gazzetta Ufficiale la delibera del Cipe
Tutti a bordo in sicurezza
Porto Sant'Elpidio. Stalking sulla ex. Cinquantunenne raggiunto dal provvedimento del Gip
Montecosaro. Rapina a mano armata alla Mengoni Pellami. Titolare e due dipendenti legati
Ad aprile al via il tour di Gualazzi
Pedaso. Gli alunni della scuola media incontrano i carabinieri
Recanati. Gli studenti dell'Itis Mattei incontrano i Nas e la Compagnia di Macerata
Rogo al Giri Beach, distrutto lo chalet portopotentino
Analisi dell’acqua. I dati sul sito del Comune di Fermo
Tolentino intitola a Roberto Massi l’Auditorium del Castello della Rancia
Cresce il cyberbullismo. Il garante dei minori istituisce un tavolo tecnico
Cingoli. Domani incontro pubblico sull'ospedale
Fondi europei per il 2014/2020. La Provincia di Macerata punta sulle risorse comunitarie




Linea ferroviaria Orte-Falconara: sulla Gazzetta Ufficiale la delibera del Cipe
 
È stata pubblicata, nella Gazzetta Ufficiale del 15 marzo, la delibera Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) che prende atto del rifinanziamento del collegamento della linea ferroviaria Orte Falconara con la linea ferroviaria Adriatica.
 
"A questo punto - ha spiegato l'assessore regionale ai Trasporti, Luigi Viventi - la società Rete ferroviaria italiana può procedere alla pubblicazione della gara per l'affidamento della progettazione esecutiva e dei lavori per l'opera che è ritenuta strategica all'interno del mandato della Giunta regionale”.
 
Si tratta di un'opera attesa da anni e che consentirà alle Marche di potenziare i collegamenti con la grande viabilità ferroviaria nazionale. Sarà quindi possibile eliminare l'attraversamento delle raffineria Api di Falconara e creare una prospettiva per l'utilizzo dell'interporto di Jesi.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Tutti a bordo in sicurezza
 
Un ragazzo su due non ha mai seguito un corso o una lezione di sicurezza stradale, solo 57 su 100 sono consapevoli della “tolleranza zero” per l'alcol per i neopatentati alla guida, ma il 61% di loro è convinto che bere prima di mettersi alla guida sia il pericolo numero uno sulle nostre strade.
 
Sono alcuni dei risultati emersi dai questionari compilati dagli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, durante gli incontri svolti da ottobre 2012 a febbraio 2013 nell'ambito del progetto “Tutti a bordo…in sicurezza”, realizzato dall'Adoc Marche e promosso dalla Regione Marche - Assessorato Tutela dei consumatori.
 
La Sala Raffaello della Regione Marche ad Ancona ha ospitato la cerimonia di chiusura del progetto, alla presenza dei ragazzi, a cui è stato proposto un filmato-cartoon della Polizia Stradale sul tema dei postumi permanenti da incidenti stradali.
 
 
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Porto Sant'Elpidio. Stalking sulla ex. Cinquantunenne raggiunto dal provvedimento del Gip
 
Non accetta la fine della relazione sentimentale e persegue la sua ex. Un 51enne di Porto Sant'Elpidio è stato raggiunto da un'ordinanza restrittiva per stalking.
 
La misura cautelare è stata notificata all'uomo dai carabinieri della locale stazione. Il 51enne da oltre due anni perseguitava una giovane del luogo con cui aveva avuto una relazione sentimentale, poi interrotta, con minacce e violenze.
 
La donna lo aveva quindi denunciato ai carabinieri. Al termine delle indagini il Gip di Fermo ha emesso l'ordinanza di divieto di avvicinamento alla donna e ai luoghi da lei frequentati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Montecosaro. Rapina a mano armata alla Mengoni Pellami. Titolare e due dipendenti legati
 
Rapina ieri notte alla Mengoni Pellami di Montecosaro Scalo. Tre banditi armati di pistola, probabilmente una scacciacani, hanno fatto irruzione nell'azienda poco prima dell'orario di chiusura, verso le 19.45.
 
Sotto la minaccia della pistola hanno costretto il titolare a farsi consegnare il portafoglio poi hanno legato lui e due dipendenti in uno stanzino.
 
Per fuggire i tre rapinatori hanno usato un'auto della ditta parcheggiata nel piazzale antistante la struttura. dopo qualche minuto il titolare dell'azienda di pellami è riuscito a liberarsi e a dare l'allarme al 112.
 
Immediatamente è scattato il piano antirapina del Comando provinciale dei carabinieri e sono stati subito istituiti posti di blocco sulle strade della provincia di Macerata.
 
Intanto sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Civitanova che hanno effettuato i rilievi del caso e raccolto le testimonianze dei rapinati. Sono ancora in corso le indagini.  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Ad aprile al via il tour di Gualazzi
 
Era stato due anni lontano dalle scene. Poi il ritorno con la recente partecipazione al Festival di Sanremo.
Dal prossimo 6 aprile torna ad esibirsi dal vivo Raphael Gualazzi con l'Happy Mistake Tour. Prima tappa a Senigallia con l'esibizione al Teatro la Fenice.
 
In primo piano i brani dell'ultimo disco di inediti Happy Mistake, che dà il titolo al tour, uscito lo scorso 14 febbraio per Sugar, ma anche i successi meno recenti.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Pedaso. Gli alunni della scuola media incontrano i carabinieri
 
I ragazzi delle IV classi della scuola elementare di Pedaso, hanno trascorso la mattinata con i carabinieri della locale stazione e del Radiomobile di Fermo.
 
Ai 33 alunni, accompagnati da due insegnanti, in visita alla caserma i militari hanno illustrato gli ambienti dove vengono svolte le attività istituzionali, come la sala radio, in cui arrivano le richieste di intervento, e l'ufficio del comandante della stazione. Tra i temi affrontati: il bullismo, l'educazione stradale e l'accesso a Internet.
 
I carabinieri hanno anche presentato una rappresentazione pratica sull'utilizzo della “gazzella dell'arma”, con l'attivazione della dotazione di bordo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Recanati. Gli studenti dell'Itis Mattei incontrano i Nas e la Compagnia di Macerata
 
Mercoledì scorso studenti e docenti della specializzazione Chimica dell'ITIS Mattei di Recanati hanno incontrato il comandante dei Nas delle Marche e il comandante della Compagnia dei carabinieri di Civitanova. Al centro dell'incontro le tematiche relative alla tutela della salute.
 
Il capitano Antonio Esposito ha illustrato il ruolo del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità delle Marche. In particolare ha ricordato che i Nas rappresentano l'unico reparto dell'Arma con qualifica di Ispettore Sanitario, autorizzato a attuare controlli a sorpresa nei confronti di qualunque struttura che gestisca alimenti e anche in quelle  a carattere sanitario.
 
Il capitano Domenico Candelli, invece, si è soffermato sui pericoli che derivano dall'uso di stupefacenti,  dall'abuso di bevande alcoliche e dall'utilizzo distorto della “rete Internet”, evidenziando la facilità con cui sono diffusi nei “social network”  video di qualunque genere, che possono produrre, in casi di estrema gravità, infrazioni perseguibili a norma di legge.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Rogo al Giri Beach, distrutto lo chalet portopotentino
 
Ammontano a circa 400 mila euro i danni causati dal rogo che ieri mattina ha distrutto lo chalet Giri Beach sul lungomare Marinai d'Italia a Porto Potenza Picena.
 
È stato probabilmente un corto circuito partito da frigoriferi rimasti accesi a innescare l'incendio che ha distrutto l'intero stabilimento lasciando in piedi solo i  muri esterni.
 
Sul posto ieri mattina sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Civitanova insieme ai colleghi di Macerata. Lo stabilimento è stato posto sotto sequestro dalla Procura di Macerata.
 
Al momento sono in corso le indagini dei carabinieri per appurare le cause del rogo. Se quella del corto circuito resta l'ipotesi più accreditata gli inquirenti vogliono togliere ogni dubbio su un eventuale dolo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Analisi dell’acqua. I dati sul sito del Comune di Fermo
 
Oggi si celebra la giornata mondiale dell'acqua. Per l'occasione il Comune di Fermo ha pubblicato le ultime analisi batteriologiche effettuate sull'acqua della rete idrica del territorio, così come è stato chiesto anche dal locale Movimento 5 Stelle.
 
I dati dell'acqua di tutti i Comuni serviti dalla Ciip spa sono pubblicati nella sezione “CARATTERISTICHE” presente in fondo alla Home page del sito Internet www.ciip.it. Le analisi vengono anche fornite dalla Ciip nell'invio della bolletta.
 
Il sistema idrico di distribuzione pubblico è soggetto a controlli sulla qualità delle acque destinate al consumo umano per garantirne la salubrità e la pulizia. I controlli interni effettuati periodicamente vengono eseguiti dal laboratorio convenzionato Multiservizi Spa di Ancona, mentre i “controlli esterni” sono eseguiti dall' Asur11-Arpam.  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Tolentino intitola a Roberto Massi l’Auditorium del Castello della Rancia
 
Domani, sabato 23 marzo, alle ore 17.00, al Castello della Rancia di Tolentino si svolgerà la cerimonia di intitolazione del nuovo Auditorium del Castello a Roberto Massi Gentiloni Silverj, recentemente scomparso.
 
Dopo il taglio del nastro, la benedizione e il saluto delle autorità, alle ore 17.30 è previsto il concerto, inserito nel cartellone della Stagione musicale, del duo pianistico Gino Brandi e Carlo Mazzoli. Verranno eseguire musiche di Schubert, Brahms, Schumann e Liviabella. L'ingresso è libero.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Cresce il cyberbullismo. Il garante dei minori istituisce un tavolo tecnico
 
Si è costituito ieri mattina a Palazzo delle Marche, convocato dall'Ombudsman regionale Italo Tanoni, un tavolo tecnico per analizzare il fenomeno del cyberbullismo e definire azioni di intervento e prevenzione. “I dati forniti dalla Polizia per le telecomunicazioni sono allarmanti - ha dichiarato il Garante regionale dei minori -. Servono interventi mirati ad informare i ragazzi sui rischi connessi alla navigazione e sul rispetto delle norme vigenti in materia”.
 
Nel progetto di educazione al corretto uso di Internet l'Autorità di garanzia ha coinvolto l'Ufficio scolastico regionale, il Tribunale per i minorenni delle Marche, la Questura di Ancona, la Polizia per le Telecomunicazioni e il Dipartimento per le politiche integrate di sicurezza e per la protezione civile della Regione.
 
I reati commessi in rete che coinvolgono i minori in qualità di vittime o autori sono la diffamazione, la minaccia, l'estorsione, lo stalking, il roaming, gli atti persecutori e la sostituzione di persona.
 
Un fenomeno in crescita che preoccupa non solo le scuole e le famiglie, ma anche la Magistratura minorile e il Garante nazionale per l'infanzia e l'adolescenza che hanno sollecitato interventi preventivi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Cingoli. Domani incontro pubblico sull'ospedale
 
Sanità. Dopo la manifestazione di protesta dei cittadini di Cingoli ieri mattina ad Ancona, davanti al Teatro Le Muse, in occasione dell'udienza al Tar delle Marche che deve decidere sulla richiesta di sospensione del provvedimento regionale con cui viene ridimensionato l'Ospedale di zona di Cingoli.
Il Comune prosegue con le iniziative a sostegno della propria struttura ospedaliera. Per domani, sabato 23 marzo, infatti è stato organizzato un incontro pubblico dal titolo “Quale destino per l'ospedale di Cingoli?”. L'incontro aperto a tutti i cittadini si terrà alla Sala Verdidel Comune alle ore 17.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Fondi europei per il 2014/2020. La Provincia di Macerata punta sulle risorse comunitarie
 
Per reagire alla crisi economica e dare una spinta alle politiche del lavoro e dello sviluppo la Provincia di Macerata punta sui fondi dell'Unione europea.
 
La sfida, lanciata del presidente Antonio Pettinari durante il recente Tavolo istituzionale per lo sviluppo, è stata accolta dai rappresentanti delle forze economiche, sociali e culturali del territorio che lo compongono.
Saranno anche le categorie produttive, le organizzazioni sindacali, gli enti della ricerca a dare, ciascuno per la propria esperienza, un valore aggiunto alla predisposizione da parte della Provincia delle linee guida e dei programmi specifici da sottoporre in un secondo momento alla Regione in vista della definizione degli strumenti per l'utilizzo dei fondi europei 2014/2020.
 
“È un'occasione da non perdere - ha commentato il presidente Pettinari -. Le risorse europee, al momento, sono le uniche disponibili, spendibili e svincolate dal Patto di stabilità”.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito