postheadericon Video News del 03/04/2013

Video News Guarda il Video
"No" all'abbattimento degli alberi di viale Cavallotti a Porto San Giorgio
Ance Ancona, l'edilizia sta morendo
Tolentino. Al via oggi l'Assistenza scolastica per i disabili negli asili nido
Pippo Baudo fa tappa a Macerata e Tolentino
Caldarola invasa dai bovini
Tolentino. Un automezzo donato alla casa di riposo
Sassoferrato. Arrestati due albanesi per furto e tentato furto
Torna l'Edizione 2013 di Expandere
Fermo. Laboratorio di lettura con Guglielmina Rogante
Tolentino. Aperte le iscrizioni al corso di volontariato
Giovanni Allevi, autore dell'Inno delle Marche, consegna alle bande gli spartiti
A breve il bando per gli operatori dei nidi domiciliari
"No" alla chiusura dell'ospedale di Chiaravalle
Il Cal si è riunito in Provincia
La Provincia crea un elenco dei fornitori dei corsi professionali
Conferenza Regionale della Sanità fissata per il 27 aprile
Carancini convoca la conferenza dei Sindaci per il piano sanitario
A Tolentino ritorna "Tesori in piazza"
Diversi i dipendenti della Triveneta cavi in cassan integrazione
Novità inerenti l'omidio di Porto Recanati




"No" all'abbattimento degli alberi di viale Cavallotti a Porto San Giorgio
Nei giorni scorsi è giunta una lettera al Comune di Porto San Giorgio dove la direzione regionale delle Ferrovie dello Stato intimava l'abbattimento degli alberi lungo il viale Cavallotti che non rispetterebbero le distanze di sicurezza dalla rete ferroviaria.
Si è levato perciò un appello bipartisan dei principali partiti di maggioranza e opposizione al primo cittadino per impedire il taglio degli alberi.
Il Sindaco della città, Nicola Loira, non nasconde la sua delicata situazione: se da una parte garantisce ogni misura alternativa al taglio degli alberi, dall'altra non ne esclude l'abbattimento, dal momento che è la legge ad imporlo e risponde: “Ci adopereremo per risolvere il problema senza però snaturare viale Cavallotti”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Ance Ancona, l'edilizia sta morendo
La crisi del settore edile e' sempre piu' allarmante ed e' arrivata a colpire anche le strutture imprenditoriali piu' solide, come ha evidenziato Paolo Alessandroni, presidente del Collegio dei costruttori Ance della provincia di Ancona, che ha rivolto un appello alle banche perché aprano un confronto serio con le imprese.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Tolentino. Al via oggi l'Assistenza scolastica per i disabili negli asili nido
Prende avvio oggi (mercoledì 3 aprile) a Tolentino il progetto per l' “Assistenza Scolastica ai bambini diversamente abili della Scuola dell'Infanzia”, inserito all'interno di una più ampia progettazione, dove il Comune tolentinate è ente capofila, a sostegno della conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro.
 
Il progetto verrà cofinanziato per l'80% della spesa dalla Provincia, mentre il restante 20% verrà cofinanziato dal Comune di Tolentino.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Pippo Baudo fa tappa a Macerata e Tolentino
In questi giorni Pippo Baudo sta girando le Marche per registrare le nuove puntate del programma “In Viaggio”.
 
Dal gioco della palla a bracciale alle stagioni liriche odierne. “Il viaggio” di Baudo va indietro di quasi 200 anni e racconta la storia dello Sferisterio, dalla sua edificazione, iniziata nel 1820 e terminata 9 anni dopo, al 2013 con la 49esima stagione lirica, in scena a partire dal 19 luglio prossimo.
 
A bordo di un camper personalizzato il conduttore sta percorrendo le strade italiane in veste di osservatore di un Paese in continuo cambiamento, puntando l'attenzione di volta in volta su una regione o una città italiana, alla ricerca di storie e personaggi nei luoghi della loro vita.
A Tolentino Baudo ha intervistato Saverio Marconi: con lui ha parlato della storia e dei successi della Compagnia della Rancia che proprio quest'anno festeggia 30 anni di spettacoli musicali di grande successo.
La registrazione è stata effettuata al Castello della Rancia, da cui la compagnia ha derivato il proprio nome e al Teatro Vaccaj, attualmente in ricostruzione.
 
La puntata dedicata alle Marche sarà trasmessa in prima serata il prossimo 17 giugno su Rai Tre.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Caldarola invasa dai bovini
Caldarola invasa da una mandria di bovini.
E' quanto lamentano cittadini e agricoltori del piccolo paese dell'entroterra maceratese che in questi giorni ha visto la presenza di circa 40 bovini che vagano in cerca di acqua e di cibo.
In particolare nelle frazioni di Croce e Pievefavera, i bovini causano proteste ovunque, date dal fatto che questi animali danneggiano colture e giardini privati.
Il Sindaco di Caldarola, Mauro Capenti, ha contattato il proprietario del bestiame, chiedendogli di risolvere la situazione.
Intanto il primo cittadino ha scritto alla polizia provinciale e a queste segnalazioni si è aggiunta la denuncia alla Procura della Repubblica di una ventina di residenti e agricoltori.
Finora le autorità non hanno preso alcun provvedimento.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Tolentino. Un automezzo donato alla casa di riposo
In questi giorni gli eredi della signora Maria Salcocci, in sua memoria, hanno deciso di donare al Comune di Tolentino un automezzo Fiat Doblò con l'intesa che lo stesso abbia prevalente destinazione d'uso da parte della Struttura residenziale per anziani “V. Porcelli”. Un gesto di grande solidarietà che consente alla Casa di Riposo di poter avere a disposizione di un ulteriore automezzo utile per il trasporto dei diversamente abili o delle persone anziane che hanno difficoltà deambulatorie, in quanto dotato di pedana per il superamento delle barriere.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Sassoferrato. Arrestati due albanesi per furto e tentato furto
Sono stati arrestati due 22enni albanesi che avevano seminato una notte di panico a Sassoferrato.
Numerose richieste d'intervento di cittadini avevano segnalato alla Centrale Operativa due giovani che avevano tentato diversi furti in alcune abitazioni, e altri li avevano portati a termine.
I malviventi avevano infatti rubato una Lancia Y che avrebbero utilizzato  per garantirsi la fuga, e per trasportare la refurtiva che era stata asportata in un altro appartamento.
I carabinieri di Sassoferrato e Arcevia hanno così fatto scattare una battuta che ha permesso di rintracciare i due ladri, la LanciaY e un'altra auto rubata.
Il valore dell'intero bottino, che è stato restituito ai legittimi proprietari, era pari a 20mila euro.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Torna l'Edizione 2013 di Expandere
Si avvicina l'edizione 2013 di “Expandere”, la manifestazione divenuta nel corso degli anni il punto di riferimento per le piccole e medie imprese che vogliono conoscersi per instaurare nuovi rapporti e sviluppare nuove opportunità di business. L'appuntamento del prossimo 17 aprile sarà un momento di analisi e confronto su alcuni temi che interessano gli imprenditori. Questa edizione di “Expandere” avrà due importanti novità: i Networking Lab e i Focus on. Workshop, Focus on e tavoli di rete ruoteranno attorno a grandi temi, tra cui mercato e internazionalizzazione, edilizia, energia&ambiente, innovazione e tecnologia.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Fermo. Laboratorio di lettura con Guglielmina Rogante
Tre incontri sul tema dell'identità della terra d'origine, attraverso il linguaggio dei cibi, nella letteratura classica e moderna. Domani, giovedì 4 aprile, alle 18 la sala di lettura della Biblioteca civica “Romolo Spezioli”, ospiterà “I cibi della terra d'origine”, laboratorio di lettura con Guglielmina Rogante. Il primo appuntamento avrà come tema: Ritorno alle madri. Pani e Polente. Si parlerà di questi alimenti "originari", cardine della quotidianità e familiarità e  saranno letti brani, tra gli altri, da Elio Vittorini, Giovanni  Pascoli, Alessandro Manzoni e Andrea Zanzotto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Tolentino. Aperte le iscrizioni al corso di volontariato
Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione “Libertà è partecipazione”, rivolto ai giovani volontari che operano sul territorio di Tolentino. Il corso, promosso dall'Associazione Modavi Onlus, in collaborazione con l'Informagiovani di Tolentino, è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con lo scopo di aggiornare gli operatori del terzo settore sugli strumenti di cittadinanza attiva e responsabile. Sono previste 35 ore di lezioni in aula da completare con 26 ore di Formazione a Distanza. Verranno trattati argomenti di grande interesse come le politiche giovanili, il servizio civile, l'educazione non formale e i forum giovanili.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Giovanni Allevi, autore dell'Inno delle Marche, consegna alle bande gli spartiti
Il maestro Giovanni Allevi, autore dell'Inno delle Marche, ha consegnato in Regione lo spartito dell'opera per bande ai rappresentanti dell'Associazione Nazionale delle bande italiane musicali autonome delle Marche. Un'esigenza, quella di avere una scrittura dell'Inno appositamente rielaborata, che era nata dalla difficoltà riscontrata nell'esecuzione da parte delle bande. Una richiesta che in una regione che vanta il più alto numero di bande musicali in rapporto alla popolazione (ben 128) non poteva rimanere inascoltata. E così il maestro Allevi ha realizzato una versione dell'Inno più adatta per gli strumenti che compongono le bande.
E l'Inno delle Marche sta per arricchirsi di una nuova componente, il testo. La Regione avvia un bando di concorso per la scelta delle parole dell'Inno, la cui esecuzione nella sua veste definitiva e completa avverrà per la prima volta in occasione della Giornata delle Marche 2013.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



A breve il bando per gli operatori dei nidi domiciliari
E' in uscita il bando della Provincia di Macerata per l'avvio dei corsi di aggiornamento propedeutici all'esercizio delle funzioni di operatore di nidi domiciliari. La Regione ha infatti assegnato le risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dei corsi la cui organizzazione spetta alle Amministrazioni provinciali. Il bando per le iscrizioni sarà aperto da domani, giovedì 4 aprile. La scadenza sarà fissata alle ore 12 del 10 maggio 2013. L'avviso sarà pubblicizzato attraverso il sito istituzionale della Provincia di Macerata e il Portale Lavoro dell'ente stesso.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



"No" alla chiusura dell'ospedale di Chiaravalle
Si mobilita anche la comunità di Chiaravalle a difesa del proprio ospedale. In base alla riforma sanitaria regionale, la struttura dovrebbe essere trasformata in lungodegenza.
I lavoratori dell'Ospedale di Chiaravalle e i cittadini della Bassa Vallesina dimostrarono 17 anni fa, quando scesero in strada a difendere la struttura sanitaria, di sapere difendere i loro diritti. Oggi sono tornati a farsi sentire.
 
“No alla chiusura dell'Ospedale di Chiaravalle! Se Spacca parla di una visione di sistema - si legge in una nota - nella riconversione della sanità marchigiana, questa non deve penalizzare i territori, generando una guerra fra poveri. La lungodegenza a Chiaravalle non è un reparto dell'Ospedale, ma di
tutto il comprensorio e risponde alle esigenze della salute fungendo da filtro alla congestione dei
nosocomi maggiori. Ogni cambiamento della sanità a Chiaravalle e nelle Marche deve rispondere a un concetto preciso: l'equità della salute, in termini di accesso alle prestazioni sanitarie, di posti letto, di liste di attesa, di potenziamento della presenza infermieristica nei servizi domiciliari”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Il Cal si è riunito in Provincia
Si è volta venerdì scorso una riunione nella sede della Provincia di Macerata, in vista della convocazione della Conferenza delle Autonomie locali, prevista per la metà di aprile, che dovrà formulare alla Regione Marche una proposta sul tema del riordino territoriale in merito all'esercizio associato di funzioni e servizi comunali.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



La Provincia crea un elenco dei fornitori dei corsi professionali
Semplificare le procedure amministrative ed economizzare risorse e tempi nella realizzazione di iniziative di formazione, di aggiornamento e di informazione. Con questo obiettivo la Provincia di Macerata ha pubblicato l'avviso per l'istituzione di un elenco fornitori per la gestione di corsi di formazione professionale di importo fino a 40 mila euro. L'elenco delle strutture formative accreditate costituisce un'opportunità in situazioni particolari e di bisogno e non vincola la Provincia all'adozione di atti di affidamento. C'è tempo fino a lunedì 8 aprile per presentare le candidature funzionali alle prime eventuali esigenze.  Ulteriori informazioni sul sito istituzionale della Provincia, nella sezione Formazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Conferenza Regionale della Sanità fissata per il 27 aprile
Sabato 27 aprile si terrà la Conferenza Regionale della sanità. All'incontro, nel corso del quale verrà illustrata la riforma sanitaria in atto,  è prevista la partecipazione di tutte le rappresentanze degli operatori del settore, dei rappresentanti dei sindacati e delle parti sociali.
 
“L'occasione sarà preziosa - come ha affermato l'assessore alla Salute Almerino Mezzolani - per confrontarsi sui temi principali della riorganizzazione del sistema sanitario regionale. La giunta è aperta ad ogni contributo costruttivo per garantire una sanità pubblica, con livelli assistenziali eccellenti, economicamente sostenibili e in grado di dare risposte a tutti i cittadini marchigiani sulla costa come nell'entroterra”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Carancini convoca la conferenza dei Sindaci per il piano sanitario
Si mobilita l'apparato politico-istituzionale in seguito al piano di riordino della sanità marchigiana proposto dalla giunta regionale.
Il sindaco di Macerata Romano Carancini ha convocato la conferenza dei sindaci della provincia per esaminare in dettaglio il piano sanitario. La mobilitazione, comunque, è generale. Anche i comuni si stanno attivando autonomamente. A San Severino è stato convocato un consiglio comunale straordinario per il 13 aprile, che affronterà in prima analisi la situazione della struttura sanitaria settempedana, che, secondo il piano, perderebbe il reparto di chirurgia e diversi posti letto.
In base alla riforma, in provincia di Macerata dovrebbero rimanere tre ospedali di primo livello, Macerata, Civitanova e Camerino, gli unici ad avere un pronto soccorso. Il taglio complessivo è di 148 posti letto, gli ospedali di Recanati e Tolentino saranno trasformati in strutture di lungodegenza, quello di Matelica in casa della salute a valenza territoriale, senza posti letto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



A Tolentino ritorna "Tesori in piazza"
La Società “Sibil Iniziative” organizzerà anche quest'anno in Piazza della Libertà o in Piazza Martiri di Montalto la manifestazione “Tesori in Piazza”: i mercatini si terranno a partire da domenica  7  aprile in poi, ogni prima domenica del mese, esclusi luglio e agosto, fino al 1° dicembre.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Diversi i dipendenti della Triveneta cavi in cassan integrazione
Non si placa la crisi che ha investito il settore industriale marchigiano.
Anche l'azienda “Triveneta”, leader nella produzione di cavi elettrici destinati al settore industriale e domestico, è stata costretta a collocare in cassa integrazione a zero ore circa 60 dipendenti, 9 dei quali sono già a casa da ottobre.
Oltre allo stabilimento di Belforte del Chienti, l'azienda ha altre due unità produttive a Brendola e Montecchio Maggiore, in Provincia di Vicenza, dove i dipendenti sono in cassa integrazione da settembre scorso.   
L'azienda assicura che non si tratta di esuberi strutturali, ma i sindacati che sono sul piede di guerra, temono che la situazione possa peggiorare.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito



Novità inerenti l'omidio di Porto Recanati
Il medico legale Loredana Buscemi ha effettuato il primo sopralluogo nell'abitazione di Anna Maria Gandolfi, la donna trovata senza vita con una ferita mortale alla testa il 27 marzo scorso al culmine di una lite familiare.
Il medico legale ha ispezionato in particolare la cucina della casa di Grotte di Loreto, luogo dove sarebbe avvenuta la lite tra la vittima e l'ex marito Amedeo Belli. Dal racconto del geometra di Loreto, Anna Maria Gandolfi avrebbe infatti battuto la testa contro lo spigolo di un tavolo.
Loredana Buscemi si è riservata tre mesi di tempo per consegnare le proprie conclusioni al magistrato.
Dai primi risultati dell'esame autoptico sul corpo di Anna Maria, è emerso che la 57enne sarebbe morta in seguito ad una sola ferita al cranio, versione che ora dovrà essere confermata dal medico legale, dopo il sopralluogo nella casa della vittima.
Intanto l'uomo si trova al carcere di Montacuto, accusato di omicidio preterintenzionale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito