postheadericon Recanati, 30 chili di sigarette sequestrate dalla Gdf di Porto Recanati

Il blitz è scattato dopo una serie di appostamenti
I finanzieri della Tenenza di Porto Recanati hanno sequestrato, dopo una serie di appostamenti, 150 stecche di sigarette di varie marche, alcune tra le più conosciute ed altre non commercializzate sul territorio nazionale, pronte per essere vendute sul mercato clandestino.



Il consistente carico di sigarette di contrabbando è stato bloccato nella città di Recanati.



Durante un appostamento nelle vicinanze della strada statale Regina, una pattuglia aveva intercettato un'auto sospetta, da cui stavano scaricando della merce in un'abitazione. Scattato il blitz i finanzieri hanno perquisito auto e casa trovando 150 stecche nascoste all'interno di valigie e bagagli, per un peso complessivo di 30 Kg.



Dalle prime indagini è emerso che le sigarette di contrabbando erano state appena sbarcate nel porto di Ancona da una nave proveniente dall'Est Europa e che sarebbero state smerciate sul mercato illegale del recanatese.





Una 45enne di origine bosniaca, residente da tempo nel recanatese e ritenuta responsabile del traffico è stata denunciata per il reato di contrabbando alla Procura della Repubblica di Macerata.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito