postheadericon Indesit, l'accordo sottoposto a referendum

Intanto via alle assmblee negli stabilimenti
Partono oggi le assemblee negli stabilimenti Indesit sull'ipotesi di accordo siglata ieri da Fim, Uilm e Ugl, ma non dalla Fiom.



Le consultazioni iniziano da Caserta, domani negli stabilimenti fabrianesi di Melano e Albacina, lunedì a Comunanza, poi martedì 10 dicembre la parola passa ai lavoratori con il referendum nelle fabbriche.



L'accordo prevede il ritiro della procedura di mobilità per i 1400 lavoratori, nessun licenziamenti per 5 anni e un investimento di 83 milioni di euro per 3 anni; 330 dipendenti saranno accompagnati alla pensione.



Il sito di Fabriano sarà l'unico del gruppo a produrre forni da incasso e di piccole dimensioni. Saranno mantenuti anche gli stabilimenti di Melano e Albacina. sito di Fabriano sarà l'compagnati alla pensione. mo anno licenziamenti per 5 anni, per quanto riguarsa
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito