postheadericon Minaccia la moglie con un cric, ai domiciliari un operaio di Matelica

Nella discussione ferito il figlio di due anni
Un operaio trentenne di Matelica di origini albanesi è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri della Compagnia di Camerino che hanno eseguito la misura cautelare emessa dal Gip di Macerata per maltrattamenti in famiglia.



Come emerso dalle indagini dei militari, per tre anni l'operaio avrebbe picchiato e minacciato la giovane moglie finché la donna, un mese fa, aveva preso il figlio di due anni ed era scappata a Rimini dai suoi genitori.



Lì però l'avrebbe raggiunta il marito armato di cric. Nella discussione era rimasto ferito il figlio di due anni che era in braccio alla madre. Dopo questo episodio, la Procura di Macerata ha chiesto l'adozione della misura cautelare in carcere nei confronti dell'uomo. Il Gip ne ha disposto i domiciliari mentre la donna, con il figlio, è stata trasferita in una località sicura.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito