postheadericon Ascoli. Condannata la madre che fa prostituire la figlia 14enne

Dovrà scontate una condanna a 7 anni e 4 mesi di carcere la madre nigeriana accusata di aver fatto prostituire la figlia 14enne con un imprenditore abruzzese residente ad Ascoli Piceno.



Per l'uomo, a cui si contesta invece il reato di atti sessuali su minore, è stata chiesta una condanna a 8 anni.



Il Gup del Tribunale di Ancona ha rinviato il processo al prossimo 7 febbraio, giorno in cui è attesa la sentenza.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito