postheadericon Badanti a processo. Vittima un 83enne maceratese

Sono accusate di circonvenzione d'incapace aggravata


Due badanti, una polacca di 33 anni e una romena di 38, sono finite sotto processo con l'accusa di circonvenzione d'incapace aggravata.



Vittima, un anziano maceratese di 83 anni, che sarebbe stato indotto a rilasciare una procura generale con cui una delle due poteva disporre di tutti i suoi beni e redditi e così avrebbe prelevato somme consistenti dal conto corrente.



L'anziano sarebbe stato indotto anche ad assumere altre badanti, facendo realizzare un miniappartamento al piano terra, e a redigere un testamento con cui designava le due badanti quali eredi universali in parti uguali.



Ieri, in tribunale a Macerata, si è aperto il processo a loro carico.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito